• Admin

UNTOLD 2021: il festival al tempo del Covid19

Sembrava impossibile, eppure questo settembre 2021 il festival UNTOLD - dopo aver saltato l'edizione del 2020 causa Covid19 - ha finalmente ripreso ad attirare appassionati di musica EDM da tutto il mondo nella cittadina di Cluj!!


persone che saltano a ritmo di musica
MAIN STAGE UNTOLD

Ma tu sai cos'è l'UNTOLD? (se la risposta è no, prima leggi il mio articolo del 2019)


Si tratta di uno dei più grandi festival musicali, e quest'anno non solo è stato uno dei pochi festival svoltisi, ma addirittura IL più grande in tutta l'Unione Europea.


Dal 9 al 12 settembre il Central Park di Cluj-Napoca si è popolato di 265000 persone, provenienti da più di 100 Paesi: l'85 % dalla Romania, ed il restante 15% da ogni parte del mondo, Germania, Francia, Polonia, Inghilterra, Ungheria, America, Brasile, Giappone, …ed ovviamente non mancava l'Italia.


Sono stata piacevolmente sorpresa di trovare molti più italiani di quanto mi aspettassi; ne ho fotografati alcuni giusto per testimoniare (lol), ma ce n'erano più gruppetti, e molti di loro li vedevo ogni sera in prima linea nel MAIN STAGE.


Com'è stato viaggiare durante la pandemia?


Ammetto che, prima di partire, un po' mi metteva ansia l'idea di fare un viaggio all'estero dopo quasi 2 anni passati per la maggior parte del tempo a casa. E ancora di più mi preoccupava la situazione affollamento al festival stesso.


"Se risulto positiva lì?", mi chiedevo, "Se mi sento male lontana da casa?".

Ho passato una giornata ad informarmi sulle norme Covid del momento d'Italia e Romania e, due giorni dopo aver ricevuto la mail d'invito, ero già convintissima: "basta preoccupazioni", mi son detta, "accetto il rischio e parto!".


Dall'Italia il viaggio è stato molto tranquillo: nè Romania nè Italia avevano restrizioni. Non era richiesta nè presentazione di tampone, nè isolamento, ma ho dovuto semplicemente mostrare il Greenpass e compilare una dichiarazione online sul Coronavirus.


Arrivata a Cluji giusto poche ora prima dell'inizio del festival, abbiamo sistemato i bagagli in albergo, e ci siamo dirette al festival per la cerimonia d'apertura - che lo scorso anno non ero riuscita a vedere - .


La cerimonia è cominciata alle 00:00 ed ha presentato il tema di quest'anno, "LUNA:THE RISING". Un mix di emozioni tra musica, danza, fuochi d'artificio ed effetti speciali hanno dato il via alla magia dell'UNTOLD2021.



Ma quali sono state le norme Covid al festival? Era davvero sicuro?


Non nego che all'interno c'erano aree in cui si creava assembramento - in particolare nel main stage - e molti non indossavano mascherina, ma si poteva assistere agli show scegliendo spazi non affollati - come gli spalti della Cluj Arena - e passeggiare per il parco tranquillamente dati gli spazi ampi.


Devo dire però che i controlli erano soddisfacenti, e l'organizzazione a mio avviso è stata davvero impeccabile, tanto da poter definire l'intera zona del festival covid free.


Infatti l'accesso era consentito solamente con Green Pass, quindi tutte le persone all'interno dell'area festival erano vaccinate (con entrambe le dosi complete) o avevano fatto un tampone (molecolare o antigenico).



Ognuno indossava due braccialetti:


- il primo, indicava la tipologia d'ingresso, che può essere quella semplice o VIP (con alcuni vantaggi ed aree dedicate), o ancora PRESS (come nel mio caso), STAFF (per chi lavorava all'interno del festival) o ARTIST (per gli artisti e le varie crew). Il bracciale aveva all'interno un chip che veniva letto all'ingresso al festival, in modo da poter controllare velocemente l'identità di ognuno ed assicurarsi che quel bracciale appartenesse alla persona che lo indossava (a me a volte hanno anche chiesto di abbassare la mascherina per controllare fossi io).


- l'altro certificava il Green pass: per chi aveva il vaccino era come il mio, con durata di 4 giorni. Chi, invece, faceva il tampone, aveva un bracciale con durata differente a seconda del tampone fatto: chi faceva il molecolare aveva un bracciale valido per 2 giorni, chi faceva il rapido lo aveva con una validità di 24h. Scaduta la validità, bisognava rifare il tampone per i giorni successivi.



A differenza della scorsa edizione, dove i bracciali erano ritirabili anche all'aeroporto, stavolta c'era una grande area dedicata a quello che possiamo chiamare check-in al festival: un palazzetto sportivo situato proprio di fronte alla Cluj-arena in cui venivano controllati Green Pass e documenti e forniti i due braccialetti. Lì vicino c'era anche un'area dove si facevano i tamponi molecolari e rapidi per chi non aveva il vaccino.


Dai dati raccolti al check-in si sa che il 75% dei partecipanti che sono entrati nell'area del festival erano persone vaccinate.



Chi sono stati gli ospiti di questa edizione?


Come al solito sugli stage dell'UNTOLD, ed in particolare nel MAIN STAGE, si sono susseguiti i DJ più conosciuti al mondo tra cui Martin Garrix, Alok, Lost Frequencies, DJ Snake, David Guetta, Steve Aoki, Afrojack, Paul Van Dyk, Quintino, Danny Avila, Martin Solveig, Ofenbach, Sam Feldt, Tujamo or Vintage Culture.


Martin Garrix ha preparato uno spettacolo speciale per il pubblico dell'UNTOLD che sembra aver apprezzato lo show: la Cluj-arena era pienissima!!

Due italiani anche nel team di Garrix, Jacopo Ricci e Lorenzo Depa, che si occupano rispettivamente di light design ed animazioni per gli schermi.


Anche Lost Frequencies tra gli artisti più apprezzati all'UNTOLD. Il dj belga ha mostrato sia sul palco che durante la conferenza stampa la sua felicità nel poter finalmente suonare dal vivo ad un festival grande come l'UNTOLD. Ha affermato che l'UNTOLD è uno dei festival che ama di più: proprio per questo ha deciso di portare con se al festival la sua famiglia (che ha poi presentato sul palco a fine show) ed ha deciso di viversi il festival anche fuori dalla sua esibizione, assistendo alle esibizioni di colleghi ed andando in giro per il parco. Si è anche divertito ad intervistare persone chiedendo pareri su se stesso e sulla sua musica, per poi condividerne le risposte sui suoi social (ahahah). Qui il link del video



Ma non c'erano solo Dj; il MAIN STAGE ha ospitato anche band, artisti e musicisti!!


Il rapper americano Tyga è stato per la prima volta all'UNTOLD ed ha incantato la folla con un incredibile spettacolo dal vivo durante il quale ha invitato sul palco anche DJ Snake.


Durante l'esibizione dei The Script il MAIN STAGE era pienissimo : Danny O'Donoghue durante uno dei loro pezzi più conosciuti - Hall of Fame - è sceso dal palco avvicinandosi al pubblico, e, mentre continuava a cantare in mezzo alla folla, ha preso sulla spalla la telecamera ufficiale dell'UNTOLD, riprendendo lui stesso i fan che lo circondavano.

vedi il video sul profilo IG di UNTOLD


Il recital di Gheorghe Zamfir, famoso musicista e compositore rumeno, ha incantato il pubblico: ci sono stati minuti di silenzio in cui l'unico suono che si sentiva era quello della melodia suonata da Zamfir con il flauto di Pan, sua specialità. E infatti l'idea di Zamfir è quella di creare la prima Accademia Internazionale di Flauto di Pan, ed il festival UNTOLD è stato felicissimo di promuovere questa iniziativa.


Particolarissima ed altrettanto coinvolgente è stata l'esibizione dell'Hungarian Opera Cluj, l'orchestra della compagnia d'opera di Cluj-Napoca, fondata nel 1948 e che attualmente ha sede nel Teatro Ungherese di Cluj. L'orchestra ha interpretato canzoni Pop con tutti gli strumenti che compongono un'orchestra classica: violini, archi, violoncelli, viole, contrabbassi, flauti, clarinetti, trombe, percussioni...



Com' era organizzato quest'anno il Central Park che ospitava il festival?


Come la scorsa edizione c'erano vari palchi in giro per il Central Park di Cluj-Napoca. Quest'anno i palchi erano 7 , con diversi stili musicali, tra cui EDM, house, tropical house, techno, tech-house, deep tech, dubstep, drum&bass, hip-hop, trip-hop, rap, trap, trance, ambiental o retrò.


(leggi il mio articolo del 2019 per i dettagli sui vari stages)


Ma all'interno del festival il divertimento va anche oltre la musica. Tra i vari stages, in giro per il parco, è possibile trovare attrazioni di ogni genere. Quest'anno era possibile:

- fare un giro sul laghetto presente nel palco con un pedalò a forma di cigno;

- provare l'esperienza dell'arrampicata

- dipingere su tela

- farsi fare un'acconciatura particolare o un trucco tema festival

- fare un giro sulla grossa ruota panoramica e vedere il festival dall'alto

- fare shopping nelle tante boutique, dove si trovavano sia abbigliamento che calzature e accessori, disegnati da oltre 20 designer e brand rumeni.


Anche l'angolo, o meglio, gli angoli dedicati al cibo meritano un attimo d'attenzione.

Distribuiti in giro per il festival, c'erano oltre 60 stand che vendevano cibo di ogni genere: pasta, pizza, hamburger, insalate, cibo asiatico o messicano, cibo vegano, cheescake, churros, waffle, crepes, gelati, caffè, cappuccini, succhi e tanto altro.



Insomma, anche quest'anno è stata un'edizione INDIMENTICABILE, ancor di più dell'edizione del 2019, quando trovarsi tra la folla era ancora considerata normalità.


Io comunque sono già carica per l'edizione del prossimo anno, e lo staff UNTOLD non è da meno: sul loro sito trovate già info per acquistare i ticket...e vi consiglio di tenere d'occhio i loro social perché ogni tanto lanciano dei contest!!


Clicca qui per andare al loro sito

Clicca qui per andare al mio articolo del 2019 e leggere info aggiuntive sul festival, su dove soggiornare e come raggiungere Cluj.

foto scattate con @samnahirny



Presi i biglietti? Magari ci becchiamo lì il prossimo anno.


Ciaoo (:






0 commenti

Post recenti

Mostra tutti